Disturbi Temporo Mandibolari (ATM)

La sindrome dell’Articolazione Temporo – Mandibolare consiste in un disturbo che si manifesta attraverso un malfunzionamento delle articolazioni che collegano le ossa temporali del cranio alla mandibola (superiore ed inferiore).

Identificare con esattezza le cause che si nascondono dietro il dolore temporo mandibolare non è facile ma, spesso, un fattore determinante è l’eccessivo carico di lavoro a cui vengono sottoposti i muscoli coinvolti nella masticazione.

Altri fattori che contribuiscono ad alimentari i disturbi ATM sono: la postura, il bruxismo, traumi, artriti e altri problemi legati alla sfera dentale.

Disturbi temporo mandibolare: i sintomi

Sono sintomi tipici dei disturbi della sindrome temporo mandibolare:

  • frequenti Cefalee localizzati;
  • click mandibolari;
  • digrignamento dei denti durante la notte (Bruxismo);
  • dolori cervicali;
  • dolori al viso o alle orecchie;
  • apertura della bocca limitata o deviata.

Disfunzione temporo mandibolare: le terapie

Il disturbo ATM viene solitamente trattato attraverso una terapia manuale di rieducazione temporo mandibolare che permette di eliminare i problemi di masticazione e movimento e di riorganizzare l’intero sistema recuperando le funzioni originali.

Tra le terapie eseguite solitamente per ridurre i sintomi legati al disturbo temporo mandibolare troviamo:

  1. terapie specifiche per combattere gli spasmi muscolari e/o i dolori;
  2. terapie mirate alla riduzione della tendenza a digrignare i denti mediante presidi terapeutici mobili come il bite;
  3. tecniche di rilassamento per controllare le tensioni muscolari della mandibola.

Disfunzione ATM: il percorso terapeutico della DOMUS MEDICA

Presso la casa di cura privata Domus Medica di San Marino è possibile intraprendere un percorso terapeutico specifico e completo per la cura dei disturbi tempo-mandibolari.

Questo percorso, che coinvolge un team di professionisti e specialisti, prevede:

  1. visita iniziale con il Dottor Marco Bonetti Otorinolaringoiatra con Elettromiografia di Superficie Cranio Cervicale;
  2. Risonanza magnetica;
  3. visita Gnatologica per capire se i fastidi evidenziati dal paziente (cefalee, click mandibolari, digrignamento o altro) sono legati a problematiche occlusali e/o temporo mandibolari;
  4. realizzazione, se occorre, di un bite gnatologico;
  5. terapia manuale.

Richiedi informazioni o prenota un appuntamento


× Contattaci !